Asse degli Acquedotti visto dall’alto

Asse Acquedotti, mobilità, Parco degli Acquedotti, Tecnologia

In occasione dell’Appia Day alcuni biciclettari del Settimo si sono prestati ad alcune riprese dall’alto mozzafiato. Grazie all’impiego di droni, abbiamo iniziato a realizzare alcuni video che mostreranno l’Asse degli Acquedotti, la ciclovia ideata dal Settimo Biciclettari, in tutta la sua bellezza.

Claudio

Lottiamo per un futuro sostenibile e riscriviamo una nuova mobilità, al passo con i tempi e con le sfide dei nostri tempi. La chiamiamo “nuova” per far riflettere che l’attuale modello di trasporto basato esclusivamente sul trasporto privato è un modello vecchio; non siamo noi ad affermarlo ma i Paesi che sono all’avanguardia dal punto di vista sociale, economico e tecnologico. La nuova mobilità è innovazione, significa impiegare nuovi strumenti intelligenti e integrarli tra loro per creare una smart-city.

Per questo il Settimo Biciclettari ha sempre utilizzato le tecnologie più avanzate collaborando con realtà come ad esempio wecity , la prima app che premia chi si muove in maniera sostenibile.

Ora, per farvi assaporare il piacere di pedalare lungo l’Asse degli Acquedotti, abbiamo chiesto a SMAUG di realizzare un video in alta risoluzione fatto con un drone. Ringraziando Daniele Pepe per la regia, gli effetti speciali e il supporto tecnico vi lasciamo a queste immagini spettacolari:

Association VII° Biciclettari from SMAUG on Vimeo.

Dario Piermarini

Il mistero della tomba dei Cento Scalini

Asse Acquedotti, Eventi, mobilità, Parco degli Acquedotti, Parco di Tor Fiscale, Vivo SOSTENIBILE

Molto alta la partecipazione all’evento organizzato dal Settimo Biciclettari, l’Associazione “La Torre del Fiscale” e il Parco Regionale Appia Antica per la visita alla tomba dei Cento Scalini all’interno del Parco degli Acquedotti e l’apertura straordinaria della Torre del Fiscale nell’omonimo parco.

IMG_8798

Una ottantina di persone hanno sfruttato la bellissima giornata per andare con il Settimo Biciclettari alla scoperta dei tesori del nostro Parco. Due gruppi, uno a piedi e uno in bici, sono andati prima alla ricerca di uno dei luoghi più carichi di mistero del Parco degli Acquedotti: la tomba dei Cento Gradini. Un ipogeo sconosciuto anche ai più assidui frequentatori del parco, attualmente non accessibile e preservato da una struttura in cemento completamente anonima che ne cela l’esistenza. La visita è stata condotta da Pasquale Grella dell’Ente Parco che ha illustrato le origini storiche e anche geologiche di questa zona alle pendici dei Castelli.

IMG_8865

Pasquale Grella

Dalla tomba dei Cento Gradini i due gruppi (a piedi e in bici) si sono mossi in direzione del Parco di Tor Fiscale sfruttando l’Asse degli Acquedotti, la dorsale ciclo-pedonale pensata dal Settimo Biciclettari.

IMG_8847

 

IMG_8823

Anche in questa occasione, molte persone hanno scoperto per la prima volta questo passaggio ciclo-pedonale che collega i parchi tra loro e ne hanno ben compreso le potenzialità che si eleverebbero al quadrato (e al Quadraro) se la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti si combinasse con quella del GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle bici.

Come Settimo Biciclettari riteniamo che la realizzazione dell’Asse, secondo le priorità individuate dal progetto, sia l’opera primaria per la mobilità sostenibile nel Settimo Municipio e per Roma. Le migliaia di persone che ogni anno fruiscono dell’Asse degli Acquedotti sia per godere della bellezza dei nostri parchi, sia come direttrice di mobilità dolce dell’area Sud-Est di Roma, impongono un investimento strutturato e ben pianificato su questo Asse, mettendo in sicurezza i punti individuati nel biciplan del Settimo Biciclettari.

L’evento si è concluso al Parco di Tor Fiscale dove, grazie all’interessamento dell’Associazione “La Torre del Fiscale” e la disponibilità del Parco Regionale dell’Appia Antica, è stata aperta in via straordinaria la Torre del Fiscale, consentendo a tutti i partecipanti di ammirare questa meraviglia:

17757277_1903619263253973_7862181826750470404_n

La Torre del Fiscale (interni)

Le altre foto dell’evento sono disponibili sulla pagina Facebook del Settimo Biciclettari che vi invitiamo a visitare e a mettere un MI PIACE.

Un ringraziamento speciale a Gloria Mazzamati dell’Associazione “La Torre del Fiscale” onlus, a Roberta Trenti di Demetra onlus per l’ospitalità presso il Casale di Tor Fiscale, all’Associazione Gazebike che ha fornito le bici a noleggio, all’Ente Regionale Parco Appia Antica (in particolare Francesca Mazzà per la comunicazione e Pasquale Grella per la visita), la Soprintendenza Parco Archeologico Appia Antica, la Sovrintendenza Capitolina e il VII Municipio Roma Capitale.

Con entusiasmo continuiamo a lavorare per una nuova mobilità nella nostra città.

Grazie a tutti i partecipanti!

Dario PiermariniCoordinatore del Settimo Biciclettari

 

 

Bike-lane su Via Tuscolana

Asse Acquedotti, GRAB+, Tusco-lane

Lo scorso 29 Marzo Paolo Bellino, bike manager di Roma Capitale, ha pubblicato su facebook (ne presumiamo l’ufficialità n.d.r.), l’elenco di alcuni interventi, 26 per l’esattezza, che riguarderanno opere per la mobilità sostenibile per il Comune di Roma.

Nella mappa seguente la rappresentazione grafica degli interventi:

Cattura

Elaborazione di Daria Qu pubblicata sul gruppo #Salvaiciclisti

Con rammarico osserviamo brandelli di ciclabili e bike-lane senza una visione d’insieme, così come sempre accaduto con le Amministrazioni precedenti e come sempre denunciato in queste pagine. L’unica opera che risponde anche visivamente ad un criterio di mobilità è il GRAB – Grande Raccordo Anulare delle Bici (in rosso nella mappa), progetto che però sta vivendo i suoi alti e bassi, osteggiato in tutti i modi nella sua realizzazione.
Una nota territoriale: nel VII Municipio è stata prevista la realizzazione della bike-lane sulla Tuscolana anziché l’Asse degli Acquedotti del Settimo Biciclettari, nonostante gli impegni presi dall’attuale Amministrazione a favore della ciclovia ideata dalle associazioni e dai comitati di quartiere del VII Municipio. La bike-lane sulla Tuscolana non è soltanto inutile e costosa ma per pochi metri non si collega al GRAB, cosa che invece era possibile con l’Asse degli Acquedotti.
Sarà interessante comprendere, una volta realizzata questa opera da 350 mila euro:
1) come verrà affrontato il discorso dei parcheggi e della riduzione di carreggiata che, senza un piano concreto di mobilità alternativa – al momento inesistente – , rischia di far collassare il traffico già ora critico di una delle arterie più congestionate di Roma;
2) come si eviterà che la bike-lane non venga aggredita dalla sosta selvaggia (vedi parcheggi doppia-tripla fila e furgoni #mutandari);
3) come si potrà arrivare a Cinecittà in sicurezza per chi viene da Romanina, Tor Vergata, Osteria del Curato, Statuario-Capannelle, Morene, Ciampino, Anagnina e tutto il quadrante Sud-Est;
4) come si potrà proseguire oltre la bike-lane, una volta che si avrà di fronte la salita del Quadraro su sede non protetta;
5) last but not least, quanto costerà realizzare in un secondo momento quei pochi metri per collegarla al #GRAB , collegamento che con l’Asse degli Acquedotti avrebbe portato in dote a costo zero.

Si fa molta difficoltà a vedere un disegno complessivo a livello romano ma di sicuro per la mobilità del VII Municipio è un colpo di spugna che cancella il lavoro fatto dal basso con le Associazioni, i Comitati di Quartiere e i cittadini in questi anni. Il nostro auspicio è che si torni a parlare dell’Asse degli Acquedotti, così come indicato nelle Linee Programmatiche del VII Municipio, utilizzando i fondi messi a disposizione per la bike-lane della Tuscolana.

Un saluto,

Dario PiermariniCoordinatore del Settimo Biciclettari

Incontro Assessore Mobilità VII Municipio

Asse Acquedotti, GRA e dintorni, mobilità, Rapporti istituzionali

Ieri sera, presso la Sala Rossa del Municipio, si è svolto l’incontro tra l’Ass. Marco Pierfranceschi e i rappresentanti dei Comitati di Quartiere per discutere alcune tematiche comuni a tutta la Comunità Territoriale del VII Muncipio.

Maurizio Battisti, come coordinatore della Comunità, ha chiesto delle informazioni in merito al taglio delle corse ATAC nei nostri quartieri e Pierfranceschi ha spiegato che ATAC non ha potuto pagare i fornitori dei pezzi di ricambio con il conseguente fermo di circa 200 autobus su una flotta di 1.400 mezzi di superficie.

La carenza di mezzi ha imposto un taglio delle corse che nel nostro Municipio dovrebbe essere pari a 196.

Gloria Mazzamanti del Comitato di Quartiere di Tor Fiscale ha richiesto all’Assessore informazioni più dettagliate sui criteri che sono stati adottati da ATAC per questi tagli, per capire se non ci sono state eventuali penalizzazioni del nostro Municipio che è il più popoloso di Roma e che viveva già una situazione critica per quanto riguarda il trasporto pubblico, soprattutto nei collegamenti periferici.

Sul tema a noi caro della mobilità sostenibile, l’Assessore ha fatto il punto della situazione sul GRAB, il Grande Raccondo delle Bici. L’opera è stata finanziata a livello nazionale ed è stato firmato il protocollo tra Comune di Roma e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ma ci sono dei dubbi sollevati dall’Amministrazione capitolina perché alcuni tratti di questo percorso ciclabile sono incompatibili con l’elevato traffico veicolare (soprattutto in centro). Il GRAB, comunque, toccherà il nostro Municipio nei punti: Caffarella, Tor Fiscale, Quadraro mentre non è previsto il passaggio nel Parco degli Acquedotti.

Come Settimo Biciclettari abbiamo sottolineato che il GRAB può essere una occasione per inserire nel progetto anche la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti che si andrebbe ad integrare perfettamente nel tracciato GRAB, creando una sorta di diramazione verso Roma Sud-Est. A tal proposito, sono stati richiesti all’Assessore degli aggiornamenti sulla realizzazione dell’Asse degli Acquedotti e la messa in sicurezza degli attravarsementi stradali, anche alla luce dell’ennesimo ciclista morto sulle strade di Roma . La rilevanza, infatti, di questo progetto è ormai riconosciuta a livello comunale ed è stato anche inserito nelle Linee Programmatiche della Giunta Lozzi. Marco Pierfranceschi ha spiegato che il progetto dell’Asse è sicuramente tra le priorità nel VII Municipio ma che, su proposta del Comandante Botta della Polizia Locale, si sta lavorando ad una proposta di percorso ciclabile sulla Tuscolana.

Ritenendo che la bike-lane sulla Tuscolana, seppur auspicabile nel lungo periodo, sia difficilmente realizzabile allo stato attuale della mobilità cittadina, abbiamo chiesto all’Assessore di sostenere la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti che è stato realizzato con la partecipazione di tutti i comitati di quartiere e dei portatori di interesse del VII Municipio, un esempio unico nella città e forse a livello nazionale di biciplan partecipato. Questo tracciato, oltre a rispondere ai requisiti di “ciclovia di servizio” che collega la periferia al centro, è un meraviglioso percorso ciclo-pedonale che valorizza i nostri parchi e le nostre bellezze naturalistiche ed archeologiche (simulazione 3D a cura di Owen Higgins) .

Dario Piermarini – Coordinatore Settimo Biciclettari