Collegamento tra Appia Antica e Ardeatina-Laurentina

gruppo di lavoro

Via dei Lugari costituisce una preziosa via di percorrenza in sicurezza per gli spostamenti

13151468_10209341017230269_7232476233139416234_n

Leonardo Sagnotti

ciclo-pedonali lungo l’asse che collega l’area Appio-Tuscolana con l’area Ardeatina-Laurentina. In particolare, via dei Lugari permette ai ciclisti urbani di non percorrere via di Tor Carbone (attualmente unica strada asfaltata tra Appia antica ed Ardeatina nell’arco lineare dell’Appia antica che va dal circo di Massenzio a via di Torricola, di almeno 5 km). Via di Tor Carbone è attualmente estremamente inadatta ad un percorso ciclo-pedonale in sicurezza a causa dell’elevato traffico di automobili, della limitata larghezza, della presenza di tornanti, dell’assenza di marciapiedi e del fondo stradale dissestato.

13833519_10210027946323067_1861371927_o

Mappa dell’area interessata: Via Appia Antica, Via di Tor Carbone, Via dei Lugari, Via Ardeatina

Via dei Lugari presenta un cancello di accesso da via Appia Antica, come mostrato nelle foto seguenti:

13844105_10210027952043210_2124230447_o

13833430_10210027952563223_1707585424_o

Per lungo tempo, nel corso del 2015, questo cancello è stato aperto e percorribile a ciclisti e pedoni. Nei primi mesi del 2016 il cancello su via Appia Antica è stato richiuso, senza possibilità di passaggio pedonale e/o ciclabile. Tuttavia i vari ciclisti urbani che la utilizzavano per spostamenti quotidiani casa-lavoro avevano la possibilità, assai più scomoda (superando un basso muretto), di accedere a via dei Lugari da via Appia Antica passando dall’adiacente area del neo-costituito “arboreto dell’Appia Antica”.

13844156_10210027952003209_457164026_o

Cartello informativo sull’Appia Antica all’altezza dell’arboreto

13835663_10210027952163213_432990967_o

Cancello di ingresso all’arboreto (sulla sinistra si intravede Via dei Lugari)

Nella scorsa settimana (luglio 2016) tutto il perimetro dell’area dell’arboreto su via dei Lugari è stato recintato con una nuova rete che impedisce appositamente il transito ciclo-pedonale.

13633481_10210027951883206_264554304_o

La recinsione a ridosso dei pini di Via dei Lugari

Tuttavia via dei Lugari resta accessibile ai pedoni e ai ciclisti passando da vicolo di Tor Carbone o da via Marmenia. Nel primo caso, c’è una sbarra sempre aperta da molti anni, con a lato la possibilità di passaggio ciclo-pedonale. Nel secondo caso, c’è un cancello solitamente aperto, con comodo accesso ciclo-pedonale laterale.

13836000_10210027952123212_190603756_o

Il cancello su via Appia antica è l’unico che non prevede la possibilità di accesso ciclo-pedonale ed ora la recinzione con l’arboreto obbliga i pedoni-ciclisti in transito verso e da via Ardeatina ad allungare di circa due km girando intorno al Forte Appio.

Leonardo Sagnotti – Settimo Biciclettari

Annunci

Simulazione 3D dell’Asse degli Acquedotti

gruppo di lavoro
A breve pubblicheremo sul sito del Settimo Biciclettari una sezione dedicata ad un simulatore 3D che sto realizzando e che consente di percorrere virtualmente l’Asse degli Acquedotti.
Un’immagine vale più di cento parole e quindi, con gli strumenti di rendering messi a disposizione dalla rete, ho sviluppato il progetto del Settimo Biciclettari.
Ecco una piccola anteprima di quello che vedremo con il simulatore. Uno strumento estremamente potente che consentirà a noi del Gruppo Tecnico di collaudare con maggiore cura il nostro studio e agli amministratori del comune per comprendere la portata del progetto.
Ora vi lascio a queste immagini: proverete per un attimo l’emozione di passeggiare in un Municipio sostenibile e a misura di bici.
Owen Higgins @Owen_A_Higgins
Settimo Biciclettari

Sopralluogo ex-ciclabile di Viale Giulio Agricola

gruppo di lavoro

Ieri sera il Gruppo Tecnico del Settimo Biciclettari e il Bike To School “Parco degli Acquedotti” hanno svolto il sopralluogo sull’ex ciclabile di Viale Giulio Agricola per comprendere se, con pale e tanta buona volontà, si poteva riconsegnare questo spazio alla collettività.

PUP Giulio Agricola

La situazione è molto grave e complessa perché, tra i tanti aspetti, c’è una sentenza del Tribunale Amministrativo sui lavori effettuati in questa area (qui trovate l’articolo di Fabio Grilli in proposito).
Il danno che è stato fatto sulla pista ciclabile non è recuperabile con i mezzi a nostra disposizione ed abbiamo anche valutato degli interventi per ripristinare, quantomeno, un minimo di ciclabilità.
In questa seconda ipotesi (recupero parziale) dovremmo in ogni caso intervenire all’interno di un’area transennata e questo esporrebbe le persone del Settimo Biciclettari che già mettono a disposizione gratuitamente il proprio tempo a delle denunce penali; un rischio che non ce la siamo sentita di sostenere.
Come amanti delle ruote esprimiamo un profondo sdegno per l’interdizione di una ciclabile che raccordava i due lati della Tuscolana e diamo la massima solidarietà ai residenti di Viale Giulio Agricola che, oltre alla sosta selvaggia e al traffico, da cinque anni devono assistere quotidianamente a questo scempio.
Continueremo a sollecitare le Istituzioni, come fatto finora dai Comitati di Quartiere e dalle Associazioni, affinché venga finalmente ridata la giusta dignità a questo spazio pubblico.
Dario PiermariniCoordinatore del Settimo Biciclettari

Dalla parte di Via Flavio Stilicone

gruppo di lavoro

In questi giorni il gruppo di lavoro del Settimo Biciclettari si sta confrontando in merito ad una via che corre parallela alla Tuscolana e che potrebbe diventare un boulevard dove passeggiare, prendere un caffé o un aperitivo, consentendo lo spostamento ciclabile parallelo alla Tuscolana.

Cattura

La via in questione è Via Flavio Stilicone che si trova a pochissimi metri dalla trafficata Tuscolana, presenta delle alberature importanti come quelle di questa illustrazione e soprattutto ha dei marciapiedi ampi e poco utilizzati. Insomma, le precondizioni giuste per creazione di una passeggiata lontana dal traffico.

Tutto è nato dai recenti lavori fatti da ACEA in via Licinio Murena, lavori che hanno generato gli inevitabili disagi alla circolazione e per gli abitanti del quartiere, ma che potevano essere l’occasione per riconcepire e dare un nuovo senso urbanistico, estetico, funzionale ai larghissimi marciapiedi.

Foto e segnalazione di Simone Severi

Foto di Simone Severi

Dal confronto interno al Settimo Biciclettari è emerso il rammarico per un’altra ciclabile mancata, ma non è soltanto questo che è venuto meno. Insieme alla ciclabile poteva essere ripensato il modo di vivere il quartiere, con delle panchine e delle aiuole, consentendo la riqualificazione e la valorizzazione di una zona estremamente popolosa del Settimo Municipio e dando maggiore pregio alle attività commerciali che affacciano su questa via. La presenza della ciclabile consentirebbe ai residenti di muoversi agevolmente lungo la direttrice della Tuscolana senza dover prendere l’auto, tenuto conto che Via Flavio Stilicone intercetta anche la ciclabile che dal Parco degli Acquedotti arriva fino a Don Bosco.

Questo è il tratto in questione (parliamo di poco più di un chilometro):

Come gruppo di lavoro del Settimo Biciclettari siamo convinti che questo progetto potrebbe non solo ridurre il traffico di un quartiere popoloso, favorendo una nuova mobilità sostenibile, ma – come accaduto in molte altre città d’Italia e d’Europa – riqualificherebbe il quartiere stesso nel giro di pochissimi anni.

Lasciamo la parola ai residenti, ai commercianti per comprendere se e come questa idea può svilupparsi.

Dario PiermariniCoordinatore del Settimo Biciclettari

Dove vai se la maglia VIIB non ce l’hai?

gruppo di lavoro

L’avete chiesta a gran voce e finalmente è arrivata: la maglia nera del Settimo Biciclettari.

Maglia del VIIB

Una maglia per testimoniare che c’è una mobilità diversa da realizzare nel Settimo Municipio e in tutta Roma, per spiegare a tutti che ‘essere Smart’ significa lasciare l’auto a casa e non parcheggiarla sopra i marciapiedi; una maglia per dire ai nostri politici che di promesse ne abbiamo le tasche piene e che siamo stanchi di vedere bici bianche sulle strade; per dire che abbiamo buona memoria e una penna: la memoria per ricordarci di chi si è speso per rendere le strade più sicure per pedoni e ciclisti, una penna per votare… o per non votare.

Se vi ritrovate in queste parole allora siete del VIIB! Indossate la maglia per dare forza alla nostra battaglia e per trovare altre persone che condividono questa stessa linea d’azione.

Perché devo prendere una maglia del VIIB?

Perché credo che una città a misura di bici sia un diritto e non una concessione. Perché con 15 EURO finanzio le iniziative a favore della mobilità sostenibile del Settimo Biciclettari e della Comunità Territoriale del Settimo Municipio.

Dove posso acquistare le maglie?

Si possono acquistare o prenotare presso:

  • Gazebike
  • Casale Ristoro del Fiscale

Per le attività commerciali che vogliono sostenere il Settimo Biciclettari, scrivere a radiogramma@gmail.com per dare la disponibilità a distribuire le magliette.

Accesso ciclopedonale Parco di Gregna

gruppo di lavoro

Sono lieto di annunciare che la mozione avente come oggetto: accesso ciclopedonale al Parco di Gregna presentata in data odierna dai consiglieri LOZZI – COIA  è stata accolta. Con essa si impegna in modo ufficiale la Presidente del Municipio ad attivarsi presso gli uffici competenti e presso il comune di Frascati affinché sia aperto un tavolo di confronto con il Comune di Frascati, il Settimo Municipio, i competenti uffici capitolini i comitati di quartiere dei territori extraGRA e l’associazione “Salva ciclisti” per valutare in via prioritaria la possibilità che nel Parco sia realizzato un percorso ciclopedonale (a costo Zero) accessibile a tutti e valutare la fattibilità del progetto “La Fattoria di Gregna” già consegnato agli assessori di Frascati e alla Presidente del Municipio così da garantire la fruizione di quest’area verde, unica in questo quadrante della città, a tutti i cittadini e a chi ha scelto una mobilità sostenibile, di entrare in città in tutta sicurezza.

IMG_5382

Ma è solo il primo passo …. Facciamo in modo che non rimanga carta straccia.

Adriano Monti

Iniziativa dei retaker di Morena per i sottopassi GRA

gruppo di lavoro

Sabato scorso il Settimo Biciclettari ha partecipato ad una iniziativa organizzata e promossa dal gruppo Retake Roma di Morena per la pulizia del sottopasso GRA e del famoso tunnel dei Sette Nani .

I retaker sono un gruppo di cittadini che combatte in prima fila contro il degrado dei nostri quartieri e, come attivisti ma anche ciclisti della città, hanno voluto dare una mano per rendere sempre più agevole il passaggio al di sotto del Raccordo Anulare.

Stiamo lentamente ma costantemente riappropriandoci di uno spazio che ci era stato sottratto dalla cattiva amministrazione: questi interventi sono anche un modo per far capire quali sono le priorità dei cittadini, quali sono i servizi e le opere che chiediamo.

La giornata di sabato è iniziata presto con i retaker e i VIIB all’opera contestualmente nei due tratti. Per il Settimo Biciclettari il gruppo era ben rappresentato con: Adriano Monti, Carlo Campanella, Luciano Emili, Paolo De Felice e Claudio Evengelisti per la zona di Morena. I quartieri di Osteria del Curato e Villaggio Appio erano rappresentati da Elio Graziani (il Presidente biciclettaro del Comitato), Maria Grazia Umbro, Maurizio Grande e Owen Higgins, mentre per Tor Vergata erano presenti Danilo Lanzetta e Vitaliano Limonciello.

L’intervento è stato organizzato in maniera impeccabile da Retake Roma di Morena che ha coinvolto AMA ma soprattutto gli agenti della Polizia Municipale che si occupano di degrado, i PICS ai quali va il mio ringraziamento per aver preso in carico anche la parte interna di Via Lucrezia Romana.

Dopo diverse ore di lavoro il risultato è stato la completa pulizia del primo sottopasso che era in uno stato di degrado davvero imbarazzante per una Città come Roma:

Nel frattempo che veniva liberato il sottopasso dalle scritte e dal sudiciume, un altro gruppo di cittadini si occupava del più impegnativo tunnel dei Sette Nani, ovvero la galleria per la corsia interna del GRA. Qui sono state necessarie diverse ore di lavoro con pale e picconi per liberare l’ingresso della galleria dai quintali di spazzatura e materiale di risulta che molte brave persone hanno abbandonato. Anche in questo caso il risultato è stato davvero grandioso: il passaggio è aperto e facilmente accessibile:

Ora attendiamo con fiducia una risposta da parte del Settimo Municipio, dagli Assessori competenti della Giunta Marino e dal Sindaco stesso, affinché si completi finalmente questa opera che i cittadini attendono da 15 anni.

Finora un silenzio assordante delle Istituzioni ha accompagnato l’incessante lavoro del Settimo Biciclettari e ci auguriamo che venga presto rotto da azioni concrete sia a livello del nostro Municipio sia a livello comunale.

Grazie ancora al Gruppo Retake Roma di Morena per la consueta sensibilità sul tema della ciclabilità urbana.

Un saluto,

Dario Piermarini – Coordinatore “Settimo Biciclettari”

Quelli del BikeToSchool del Parco degli Acquedotti

gruppo di lavoro

Forse li avete visti, o meglio ancora li avrete sentiti, un qualche ultimo venerdì di ogni mese per le strade dell’Appio Claudio: come fai a non notare qualche decina di bambine e bambini urlanti e pedalanti, che allegramente vanno a scuola sulle loro biciclette?
Accompagnati da stoici genitori e qualche generoso volontario, si riappropriano delle strade, che anche a loro appartengono, e sperimentano un modo diverso di andare a scuola e di muoversi per il quartiere. La bicicletta, prima di tutto la bicicletta!

Bike To SchoolQuesto il senso e le attività del Bike To School, il movimento che in molte città italiane e nel mondo permette a tutt* di andare a scuola in un modo che sappiamo essere divertente, ecologico, salutare, stimolante. E moderno, e innovativo nel senso più vero del termine.
Questo è il motivo per cui, come comitato organizzatore del Bike To School Parco degli Acquedotti, vogliamo coinvolgere ed essere coinvolti con le realtà che nel municipio combattono la nostra stessa battaglia, iniziando proprio dal Settimo Biciclettari, e poi dalle Ciclofficine, e poi ancora dai Comitati di Quartiere, in un circolo virtuoso che ci permetta di interloquire in modo efficace con le amministrazioni (municipali e comunali) ed aiutarle ad aiutarci! A capire quali e dove siano le priorità, e come migliorare la qualità della vita nei quartieri, iniziando da una nuova mobilità sostenibile.

Domenica scorsa abbiamo voluto concludere l’anno con un primo ristretto evento, invitando le bambine ed i bambini che hanno pedalato quest’anno, per una biclettata lungo l’Acquedotto, e per un gesto simbolico quanto significativo: la consegna ad ognuno dei partecipanti di una spilletta con il logo che abbiamo realizzato per rappresentare il BTS nei nostri quartieri; allo stesso tempo vogliamo stimolare ed incuriosire quei bimbi (ed i loro genitori!) che ancora non hanno avuto modo di partecipare, per vederli arrivare da Settembre su due ruote, pronti per andare a scuola!

BTS_fine anno
E questo è solo l’inizio: anche con il vostro aiuto, daremo il via a Settembre ad un nuovo anno a pedali!
State pronti, perché avremo bisogno di tutti voi, a cominciare dall’evento di lancio del BTS 2015/2016 (con molta probabilità la Domenica 20 Settembre, seguiranno aggiornamenti) ed in generale per mettere in strada più biciclette possibili…

Intanto, grazie per la collaborazione, la disponibilità, e l’ospitalità nel vostro sito.

A presto, naturalmente in sella ad una qualsiasi bici!
BikeToSchool Parco degli Acquedotti

Sottopasso GRA: interrogazione alla Giunta capitolina

gruppo di lavoro

Pubblichiamo l’interrogazione presentata al Sindaco Ignazio Marino e all’assessore compente dal consigliere Enrico Stefàno, in merito al sottopasso del Grande Raccordo Anulare di Via Lucrezia Romana.

Ricordiamo che questo sottopasso è stato individuato come prioritario dal Gruppo di Lavoro del Settimo Biciclettari per la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti.

Qui la nota dell’incontro con ANAS SpA di cui fa riferimento l’interrogazione.

Ringraziamo il consigliere Stefàno per l’attenzione verso le istanze del Settimo Biciclettari ed auspichiamo che ci sia una pronta risposta da parte dell’assessore competente.

Interrogazione Stefàno

Interrogazione Stefàno