Tutti pazzi per l’Asse degli Acquedotti

Asse Acquedotti, Mobilità romana, Parco Caffarella, Parco degli Acquedotti, Parco di Tor Fiscale

Acquedotto ClaudioSabato mattina, 8 Settembre 2018, circa duecento persone si sono date appuntamento al Parco degli Acquedotti per chiedere con forza la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti, la ciclovia di ben 13 km in grado di collegare la periferia al centro della città grazie ai parchi della Caffarella, Tor Fiscale e Acquedotti.

Non solo appassionati delle due ruote ma tante, tantissime persone convinte che il progetto dell’Asse degli Acquedotti possa rappresentare una piccola rivoluzione per quanto riguarda la mobilità nuova di Roma. Una rivoluzione gentile dal punto di vista del ciclo-turismo e delle politiche per ridurre gli spostamenti sui mezzi privati e l’inquinamento.

Alcune immagini della giornata di ieri

Descrive compiutamente le emozioni della giornata che abbiamo trascorso tutti quanti insieme questa poesia di Marazico, al secolo Andrea Reali, che ha partecipato con noi alla pedalata:

[La bicicletta]

Quanno pedalo sulla bicicletta
me vengono più facili i pensieri.
Sarà perché dimentico la fretta,
prendono forma sogni e desideri.

E mentre l’aria soffia nei polmoni
trovo risposte e invento soluzioni.

Marazico – 2018 ©

Doveroso ringraziare il popolo del Settimo Biciclettari che, giorno dopo giorno, cresce sempre di più e ci sostiene in tutte le nostre iniziative.

Un applauso ai miei compagni di brigata per l’organizzazione impeccabile. La giornata di ieri non sarebbe stata possibile senza: Claudia Gabrielli, Sabina Gatti, Ilaria Latini, Paolo Gabrielli, Cristiano Di Francia, Salvatore Settimi, Carlo Consolini, Debora Piermarini, Emos Gabrielli, Fabrizio Gallucci.

Come tutte le grandi idee, l’Asse degli Acquedotti cammina con le gambe di realtà che operano sul territorio e per il territorio. Hanno contribuito all’evento di ieri e sostengono il progetto dell’Asse degli Acquedotti:

  •  I Volontari del Parco degli Acquedotti – Il Presidente Luciano Di Vico (biciclettaro doc) e tutti i volontari del parco hanno messo in sicurezza il tracciato ciclo-pedonale che collega il Parco degli Acquedotti con quello di Tor Fiscale. Il nostro obiettivo è quello di rendere questo percorso completamente sicuro, segnalato e illuminato;
  •  L’Associazione La Torre del Fiscale – Gloria Mazzamati è stata la nostra guida d’eccezione una volta entrati nel Parco di Tor Fiscale. La ringraziamo a nome dei biciclettari anche per l’ospitalità al Ristoro del Fiscale , dove abbiamo mangiato un’ottima amatriciana tra gli archi dell’Acquedotto Felice;
  • Il Parco Regionale Appia Antica – Grazie alla direttrice del Parco, Alma Rossi, per il sostegno all’Asse degli Acquedotti e per aver incontrato tutti i biciclettari del VIIB alla Caffarella. Un applauso ai Guardia Parco per aver garantito il percorso della lunghissima carovana nei tratti non sicuri (Via Demetriade, attraversamento Appia Nuova, Via dell’Almone). La nostra speranza è poter arrivare alla Caffarella anche con bambini e famiglie, senza dover rischiare la vita attraversando l’Appia Nuova o percorrendo Via dell’Almone. Un ringraziamento speciale a Pasquale Grella dell’Ente Parco che ripercorre la storia millenaria dei luoghi che visitiamo (grazie per l’infinita e rassegnata disponibilità);
  • La trasmissione “Voci di Roma” – Leo Marrani ha seguito, insieme alla troupe della RAI, tutta la manifestazione, aiutandoci anche con i comunicati stampa e la parte media (i biciclettari sono poco esperti in questo). A breve pubblicheremo anche i video della giornata e il servizio del TG-Regionale nella edizione delle 19,30.
  • Il blogger e poeta Marazico che nella giornata di ieri era il biciclettaro Andrea Reali e ci ha seguito alla scoperta del tracciato dell’Asse degli Acquedotti.

Il Settimo Biciclettari continuerà a lottare affinché la giornata di ieri possa realizzarsi 365 giorni l’anno grazie all’Asse degli Acquedotti.

Con tenacia,

Dario Piermarini

Coordinatore del Settimo Biciclettari 

Il mistero della tomba dei Cento Scalini

Asse Acquedotti, Eventi, mobilità, Parco degli Acquedotti, Parco di Tor Fiscale, Vivo SOSTENIBILE

Molto alta la partecipazione all’evento organizzato dal Settimo Biciclettari, l’Associazione “La Torre del Fiscale” e il Parco Regionale Appia Antica per la visita alla tomba dei Cento Scalini all’interno del Parco degli Acquedotti e l’apertura straordinaria della Torre del Fiscale nell’omonimo parco.

IMG_8798

Una ottantina di persone hanno sfruttato la bellissima giornata per andare con il Settimo Biciclettari alla scoperta dei tesori del nostro Parco. Due gruppi, uno a piedi e uno in bici, sono andati prima alla ricerca di uno dei luoghi più carichi di mistero del Parco degli Acquedotti: la tomba dei Cento Gradini. Un ipogeo sconosciuto anche ai più assidui frequentatori del parco, attualmente non accessibile e preservato da una struttura in cemento completamente anonima che ne cela l’esistenza. La visita è stata condotta da Pasquale Grella dell’Ente Parco che ha illustrato le origini storiche e anche geologiche di questa zona alle pendici dei Castelli.

IMG_8865

Pasquale Grella

Dalla tomba dei Cento Gradini i due gruppi (a piedi e in bici) si sono mossi in direzione del Parco di Tor Fiscale sfruttando l’Asse degli Acquedotti, la dorsale ciclo-pedonale pensata dal Settimo Biciclettari.

IMG_8847

 

IMG_8823

Anche in questa occasione, molte persone hanno scoperto per la prima volta questo passaggio ciclo-pedonale che collega i parchi tra loro e ne hanno ben compreso le potenzialità che si eleverebbero al quadrato (e al Quadraro) se la realizzazione dell’Asse degli Acquedotti si combinasse con quella del GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle bici.

Come Settimo Biciclettari riteniamo che la realizzazione dell’Asse, secondo le priorità individuate dal progetto, sia l’opera primaria per la mobilità sostenibile nel Settimo Municipio e per Roma. Le migliaia di persone che ogni anno fruiscono dell’Asse degli Acquedotti sia per godere della bellezza dei nostri parchi, sia come direttrice di mobilità dolce dell’area Sud-Est di Roma, impongono un investimento strutturato e ben pianificato su questo Asse, mettendo in sicurezza i punti individuati nel biciplan del Settimo Biciclettari.

L’evento si è concluso al Parco di Tor Fiscale dove, grazie all’interessamento dell’Associazione “La Torre del Fiscale” e la disponibilità del Parco Regionale dell’Appia Antica, è stata aperta in via straordinaria la Torre del Fiscale, consentendo a tutti i partecipanti di ammirare questa meraviglia:

17757277_1903619263253973_7862181826750470404_n

La Torre del Fiscale (interni)

Le altre foto dell’evento sono disponibili sulla pagina Facebook del Settimo Biciclettari che vi invitiamo a visitare e a mettere un MI PIACE.

Un ringraziamento speciale a Gloria Mazzamati dell’Associazione “La Torre del Fiscale” onlus, a Roberta Trenti di Demetra onlus per l’ospitalità presso il Casale di Tor Fiscale, all’Associazione Gazebike che ha fornito le bici a noleggio, all’Ente Regionale Parco Appia Antica (in particolare Francesca Mazzà per la comunicazione e Pasquale Grella per la visita), la Soprintendenza Parco Archeologico Appia Antica, la Sovrintendenza Capitolina e il VII Municipio Roma Capitale.

Con entusiasmo continuiamo a lavorare per una nuova mobilità nella nostra città.

Grazie a tutti i partecipanti!

Dario PiermariniCoordinatore del Settimo Biciclettari